Archivi categoria: Recensioni

Prodotti Masmi: recensione

Ciao a tutt*, oggi, dopo ben cinque anni, ho di nuovo l’occasione di scrivere la recensione di una linea che comprende assorbenti e salvaslip in cotone biologico: si tratta dei prodotti Masmi, che mi sono stati forniti gratuitamente da Minimo Impatto, che per l’occasione ci ha offerto anche il codice sconto che trovate alla fine dell’articolo.

La linea Masmi comprende numerosi prodotti per l’igiene intima e non solo in cotone biologico e certificati ICEA e, anche se come sapete io uso abitualmente la coppetta mestruale o gli assorbenti lavabili, sono contenta che ci siano sempre più possibilità di acquistare delle opzioni usa e getta rispettose dell’ambiente e della salute della pelle perché si tratta sempre di un passo in avanti rispetto alle classiche montagne di plastica.

Il primo articolo che ho voluto provare è stato (come si poteva immaginare 😀 ) il salvaslip, per la precisione  il Flex, che è adattabile sia agli slip che al perizoma.

Nonostante fosse tantissimo che non indossavo un usa e getta sono stata piacevolmente colpita: il salvaslip è sottilissimo e fresco (la parte impermeabile è in Mater-bi), non l’ho sentito, non mi ha fatto sudare e non mi ha  mai causato irritazioni o cattivi odori neanche quando l’ho tenuto durante l’allenamento o per camminare. Non l’ho provato sul perizoma perché non lo utilizzo, ma la morbidezza del salvaslip mi lascia pensare che non dia fastidio (se l’avete provato lasciatemi la vostra opinione nei commenti! 🙂 ).

Un prodotto che mi è piaciuto molto ed ho trovato molto furbo è il Kit Igiene Donna, una bustina che racchiude un assorbente, un salvaslip ed un tampone che si può facilmente tenere in borsetta, nel cruscotto della macchina o nella tasca del giaccone, ottimo per le emergenze nostre o di qualche amic* o collega in difficoltà 🙂
(NB: appena arrivato era più piatto di come si vede in foto, ma non ho pensato a scattarne una prima di curiosarci dentro!)

Ho deciso di non utilizzare i prodotti del kit e tenerlo quindi per lo scopo per il quale è stato ideato: l’ho dato a mia figlia da tenere nello zainetto nel caso qualcuno a scuola fosse colt* alla sprovvista  🙂

Gli ultimi due prodotti che ho avuto modo di testare sono le salviettine ed il detergente intimo.

Entrambi mi sono sembrati molto delicati, in particolare sono rimasta soddisfatta delle salviette perché talvolta anche quelle bio mi provocano bruciori (uno dei motivi per cui di solito preferisco usare il Brezza di Rosso Limone) mentre queste si sono comportate bene 😀

In conclusione, sono stata felice di provare questa linea e voglio condividere con voi lo sconto del 10% valido su tutti i prodotti Masmi nello shop di Minimo Impatto, valido fino al 31 marzo 2017: vi basterà inserire il codice ecomes 17 🙂

Inoltre, potrete trovarli alla fiera Fa’ la cosa giusta! a Milano dal 10 al 12 marzo nell’area tematica Servizi per la Sostenibilità, stand PA11.

Fatemi sapere se li provate! 🙂

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

Recensione coppetta mestruale Gea

Ciao a tutte, come anticipato sulla pagina Facebook ho provato la nuova coppetta mestruale Gea per un paio di cicli e sono quindi pronta per scrivere la mia recensione.

Innanzitutto qualche dato tecnico: Gea è ideata e prodotta in Italia (Veneto) da Rosso Limone per la sua linea naturale Medea, ed è acquistabile solo dalle referenti al prezzo di 25€. (Edit: Gea è ora disponibile anche con sterilizzatore al prezzo di 32€)

E’ in TPE ed è disponibile in due taglie: 1 (piccola) e 2 (grande).

Le due misure di Gea (foto di Rosso Limone)
Le due misure di Gea (foto di Rosso Limone)

La sua particolarità, come avrete notato dalle foto, è che è a differenza di tutte le altre non è cilindrica/simmetrica ma è anatomica: la sua forma è infatti studiata su quella del canale vaginale, e richiama ciò che per natura è destinato a passarvi, come il pene e la testa dei neonati.

E’ inoltre inclinata per seguire il naturale verso del canale, che non è dritto ma piega  verso il retto, e la struttura stessa della coppetta è studiata per essere il più possibile rispettosa della fisiologia della vagina: dietro è più lunga e spessa per evitare che il retto pieno possa schiacciarla quando si deve andare in bagno, davanti è più corta e sottile (quindi morbida) per evitare di comprimere l’uretra e la vescica. La forma del bordo, inoltre, è studiata per abbracciare la  cervice e per distribuire uniformemente la pressione sulle pareti del canale.

gea_piegature

Per chi è già abituata ad usare la coppetta questo comporta un minimo di adattamento, perchè ovviamente, avendo un verso preciso, non si può inserirla e posizionarla ruotandola, però devo dire che è semplicemente questione di provare due o tre volte (magari usando un po’ di lubrificante per evitare di irritarsi “ravanando”) e poi ci si fa l’abitudine e diventa automatico come al solito!

Il gambetto della Gea è piuttosto rigidino, infatti io l’ho tagliato subito (come sapete se seguite il mio blog purtroppo non tollero neanche quelli più morbidi), una cosa che mi è piaciuta è che, essendo il fondo abbastanza spesso, sono riuscita tranquillamente ad eliminarlo tutto ed a limare bene senza correre il rischio di bucare la coppetta (naturalmente bisogna fare comunque la massima attenzione!), mentre con alcune di quelle più sottili dovevo mettermi lì con precisione chirurgica 😀

Proprio il fondo rigidino e zigrinato permette di afferrarla facilmente evitando che sfugga, inoltre aiuta molto anche per l’apertura della coppetta perchè premendolo  si riesce a farla scattare nel caso non l’abbia fatto immediatamente.

Io mi ci sono trovata molto bene, nonostante ormai da anni sia abituata ad una coppetta morbidissima come la Natù, perchè il fatto che nella parte anteriore sia più corta e morbida evita quella fastidiosa sensazione di pressione sulla vescica che riscontravo indossando una coppetta un po’ rigida (come la Lunette ad esempio) dopo tanto tempo che non ci ero più abituata, non ho avuto né perdite né fastidi nemmeno facendo attività fisica, l’unico momento in cui l’ho avvertita un po’ è stato quando, a causa della cervice bassissima, me la sono trovata col culetto davvero vicino all’ingresso della vagina e quindi avvertivo un po’ le zigrinature, cosa alla quale si può comunque rimediare facilmente limandole un po’ come il gambetto.

Queste sono le misure della Gea:

Tg.2:  lunghezza posteriore della coppa 53mm, lunghezza della parte anteriore della coppa 45mm.  Capienza: 25 ml fino ai fori.
Tg.1:  lunghezza posteriore della coppa 49mm, lunghezza della parte anteriore della coppa 41mm. Capienza: 20ml fino ai fori.

La circonferenza del bordo non è facilmente misurabile essendo inclinata e non circolare,  da disegno 2D la tg.2 sta dentro un rettangolo di 42mm per 41mm, la tg.1 sta dentro un rettangolo di 46mm per 45mm.

In conclusione, credo che la Gea sia un’ottima coppetta “jolly” se non si ha un flusso estremamente abbondante, date le sue caratteristiche di forma e rigidità differenziate, fatemi sapere se l’avete già provata! 🙂

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

Link utili sulla coppetta mestruale e gli assorbenti lavabili

Buongiorno! In questi anni, come avrete notato, ho progressivamente quasi abbandonato il blog perchè coppetta mestruale ed assorbenti lavabili ormai non sono più oggetti del mistero ma sono più conosciuti e, soprattutto, sono nati moltissimi altri gruppi, forum, siti e spazi vari che ne parlano, quindi, contrariamente a 5-6 anni fa, oggi è molto facile trovare informazioni.

Vi lascio alcuni link utili usciti recentemente:

Alla prossima!

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

La coppetta mestruale su BBC Scienze (PDF)

Articolo sulla coppetta mestruale apparso su BBC Scienze n°33 di Ottobre 2015.
Finalmente cominciamo ad apparire anche sui media tradizionali! 🙂

BBC_Scienze_Coppetta

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

Capacità della coppetta mestruale VS Tamponi ed assorbenti esterni

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 3 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

E’ passato quasi un anno dall’ultimo post perchè, come avrete notato, ormai ci sono tantissime brave blogger che testano e recensiscono coppette, ed io ho preferito quindi dedicare le mie energie ad Adora, il mio negozio online.

Proprio per Adora ho iniziato a realizzare alcuni video, ed ho pensato di condividere anche qui il mio esperimento sulla capienza delle coppette mestruali a confronto con assorbenti e tamponi, dato che si tratta di un argomento che sicuramente interessa a tutte. Molte donne, infatti, temono che la coppetta mestruale non sia abbastanza per loro perchè ritengono di avere un flusso abbondante.

Per l’esperimento ho utilizzato la coppetta Yuuki nelle taglie piccola e grande, tamponi interni super ed assorbenti da giorno delle comuni marche da supermercato.

tampax-coppettasmall
Con la Yuuki piccola, il tampone super era completamente imbevuto…
tampax-coppettalarge
Con la Yuuki grande, il tampone era zuppo senza riuscire ad assorbire tutto il contenuto della coppetta mestruale
assorbenti
A sinistra assorbente sul quale è stato versato il contenuto della Yuuki piccola, a destra quello sul quale è stato versato il contenuto della Yuuki grande

In tutti i casi, la coppetta taglia piccola si è rivelata leggermente superiore al tampone ed all’assorbente esterno, mentre la coppetta grande ha dimostrato una capacità decisamente superiore, a prova quindi di flussi abbondanti! 🙂

Spero che il video vi sia stato utile, e grazie a tutte coloro che ogni tanto tornano qui sul blog! 😀

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.