Video: comparazione tra coppette mestruali

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Ieri sera ho registrato un breve video per rispondere ad alcune domande sulle differenze tra i vari brand di coppetta mestruale. Si tratta di un’improvvisata senza pretese e certamente non studiata nè editata, ed in origine doveva rimanere interna alla discussione sul forum Saicosatispalmi, ma siccome ho ricevuto commenti positivi riguardo alla sua utilità, ho pensato di postarlo anche qui, e magari, più avanti, ne registrerò una versione più “seria” e curata.

 

Le coppette in esame sono: Mooncup taglia grande, Meluna taglia L, M, S, Lunette taglia grande.

La coppetta mestruale: come sceglierla, dove trovarla e come gestirla

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Negli scorsi post, ho spiegato cos’è la coppetta mestruale e come si usa. Ora, invece, se siete decise all’acquisto o semplicemente curiose, inserirò un elenco di link ed informazioni che vi saranno utili per scegliere il modello giusto per voi e per tenere sempre pulita ed igienizzata la vostra coppetta mestruale nuova di zecca, che se curata nella maniera corretta può durare fino a 10 anni, con grandi vantaggi sia per voi che per l’ambiente.

Come scegliere la coppetta mestruale?

La scelta della coppetta mestruale più adatta dipende da diversi fattori: l’età, la conformazione fisica, l’aver partorito, l’aver avuto o meno rapporti sessuali e l’intensità del ciclo mestruale. In aggiunta a questi, può esserci anche un fattore estetico: sono infatti molte le marche che offrono coppette mestruali di diversi colori.

In generale, se si è molto giovani, se non si ha partorito per via vaginale o se si ha un ciclo medio-scarso, è opportuno scegliere una coppetta di piccole dimensioni, o comunque la taglia più piccola della coppetta preferita. Le giovanissime ai loro primi cicli mestruali e le donne ancora vergini possono usare la coppetta mestruale, ma devono tenere presente che essa, come gli assorbenti interni e certe attività fisiche, potrebbe lesionare l’imene.

Di seguito, le tabelle comparative delle varie marche.

Coppette mestruali per capacità (fonte):

Produttore Taglia/Modello Fino al bordo Fino ai fori Fino all’anello
MeLuna Small 15ml 10ml
Ladycup Small 21.2ml 15.5ml
MeLuna Medium 21ml 15ml
Fleurcup Small 25ml 20ml
Lunette Modello 1 25ml 21ml
Miacup Modello 1 25ml
Yuuki Size 1 25ml 15ml 13ml
MPowercup Regular 27ml
Divacup Taglia 1 30ml
Divacup Taglia 2 30ml
Femmecup Taglia unica 30ml 18ml
Lunette Modello 2 30ml 26ml
Miacup Modello 2 30ml
Mooncup Taglia A 30ml
Mooncup Taglia B 30ml
MeLuna Large 32ml 24ml
Ladycup Large 34.3ml 26ml
Fleurcup Large 35ml 29ml
Yuuki Taglia 2 37ml 27ml 25ml

Coppette mestruali per lunghezza (fonte):

Produttore Taglia Tipo Lunghezza gambo escluso Lunghezza del gambo Lunghezza totale
MeLuna Small Modello base 40mm Senza gambo 40mm
MeLuna Small Con gambo 40mm 15mm 55mm
MeLuna Small Con pallina 40mm Pallina: 6mm lungh./ 8mm diam. 46mm
MeLuna Small Con anello 40mm 7mm 47mm
MeLuna Medium Basic 45mm Senza gambo 45mm
MeLuna Medium Con gambo 45mm 17mm 62mm
MeLuna Medium Con pallina 45mm Pallina: 7mm lungh./ 10mm diam. 52mm
MeLuna Medium Con anello 45mm 8mm 53mm
MPower Teen (in produzione) Con gambo 45mm
Ladycup Small Con gambo 46mm 19mm 65mm
Fleurcup Small Con gambo 47mm 23mm 70mm
Lunette Taglia 1 Con gambo 47mm 25mm 72mm
Mooncup Taglia A Con gambo 50mm 21mm 71mm
Mooncup Taglia B Con gambo 50mm 21mm 71mm
MPower Taglia Unica Con gambo 50mm 15mm 65mm
Femmecup Taglia Unica Con gambo 50mm 25mm 75mm
Fleurcup Large Con gambo 52mm 18mm 70mm
Lunette Taglia 2 Con gambo 52mm 20mm 72mm
LadyCup Large Con gambo 53mm 13mm 66mm
Miacup Modello 1 Con gambo 53mm 17mm 70mm
Miacup Modello 2 Con gambo 53mm 17mm 70mm
MeLuna Large Modello base 54mm Senza gambo 54mm
MeLuna Large Con gambo 54mm 18mm 72mm
MeLuna Large Con pallina 54mm Pallina: 8mm lungh./ 10mm diam. 62mm
MeLuna Large Con anello 54mm 12mm 66mm
SheCup Taglia Unica Con pallina 54mm Pallina: 5.5mm 59.5mm
Divacup Taglia 1 Con gambo 57mm 10mm 67mm
Divacup Taglia 2 Con gambo 57mm 10mm 67mm
Yuuki Taglia 1 Con gambo 67mm
Yuuki Taglia 2 Con gambo 75mm

Coppette mestruali per diametro (fonte):

MeLuna – Small – 40mm
Lunette – Modello 1 – 41mm
Yuuki – Taglia 1 – 42mm
Divacup – Taglia 1- 43mm
Miacup – Modello 1 – 43mm
Mooncup – Taglia B – 43mm
MeLuna – Medium – 45mm
Femmecup – Taglia Unica – 45mm
Divacup – Taglia 2- 46mm
Fleurcup – Large – 46mm
LadyCup – Large – 46mm
Lunette – Modello 2 – 46mm
Miacup – Modello 2 – 46mm
Mooncup – Taglia A – 46mm
MeLuna – Large – 47mm
Yuuki – Taglia 2 – 47mm

Dove si compra la coppetta mestruale?

Alcune marche, come la Mooncup e la LadyCup, si possono trovare in molte sanitarie, nei punti vendita della catena Naturasì e, in alcune città, anche alla Coop.
Tutte le marche sono però acquistabili via internet: di seguito, i siti dei produttori.

DivaCup
Femmecup
Fleurcup
Lady Cup
Lunette
MeLuna
Miacup
Mooncup
Mpower
Yuuki

E-commerce italiani che vendono coppette mestruali:

La Bottega della Luna
Saicosatispalmi

 

E-commerce europei che vendono coppette mestruali:

Kuukuppi
Feminine Wear

Come si mantiene la coppetta mestruale?

Niente di più facile: basta sterilizzarla facendola bollire in un pentolino per 5 minuti prima di ogni ciclo, oppure, per evitare ogni rischio di bruciarla, nel microonde in un contenitore adatto, avendo cura che essa sia sempre immersa nell’acqua.
Per pulirla si può usare un sapone molto delicato, va benissimo il detergente intimo che usate abitualmente, ed eventualmente un vecchio spazzolino da denti per pulire bene i forellini e le eventuali scritte: l’importante è sciacquarla sempre bene in modo da evitare che residui di sapone possano finire in vagina ed alterarne l’equilibrio.
Per sterilizzarla, si possono usare anche le pasticche che si utilizzano per l’igiene di biberon e tettarelle. Con il tempo, le coppette, specie quelle di colore neutro o trasparente, tendono ad ingiallire un po’, ma questo non vuol dire assolutamente che siano sporche o che la loro funzione sia compromessa!
Non bisogna mai utilizzare lubrificanti o detergenti a base oleosa, perchè potrebbero danneggiare il silicone di cui è composta la coppetta, allo stesso modo vanno evitati gli olii essenziali come ad esempio il tea tree.

 

Le FAQ sulla coppetta mestruale di Saicosatispalmi  sono una risorsa utilissima per avere rapidamente sottomano tutte le informazioni di base, la risoluzione dei problemi più comuni e le testimonianze di molte ragazze che hanno provato la coppetta mestruale.

 

Nuovi colori per la coppetta mestruale Lunette!

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

La coppetta mestruale Lunette sarà disponibile anche nei colori “purple” e “coral“. Ulteriore scelta, quindi, per chi ama questo brand ma vuole anche aggiungere un tocco di colore alla pracità di una coppetta mestruale! 😉

Luciana Littizzetto parla della coppetta mestruale a “Che tempo fa”

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Questa volta la simpaticissima e bravissima Luciana Littizzetto mi ha un po’ delusa: durante la puntata di ieri di “Che tempo fa“, ha parlato della Mooncup, cioè il brand di coppetta mestruale più conosciuto in Italia. Il fatto è che ne ha parlato come di un’invenzione scomoda ed ideata da un uomo… ahi ahi ahi Luciana! Questa volta non hai studiato (la coppetta è stata inventata da una donna) e neanche sperimentato, perchè se l’avessi provata sicuramente avresti usato altre parole!
Le amiche della Bottega della Luna, però, hanno segnalato sulla loro pagina di Facebook di aver ricevuto un picco di visite a seguito dell’intervento della Littizzetto, quindi, forse, vale il famoso detto “bene o male, basta che se ne parli”… Luciana, la prossima volta però ascolta le testimonianze di chi l’ha provata, o meglio ancora provala tu stessa! 😉

Recensione: Domino Pads Silkee

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Sono una delle fortunate che ha avuto tra le mani  per il testing un bellissimo Silkee, la nuova linea degli assorbenti lavabili Domino Pads.

Purtroppo, causa i classici ritardi delle poste italiane, ho potuto riceverlo e successivamente testarlo solo quando ormai il test si era favorevolmente concluso ed il prodotto era già entrato in commercio, visto il positivissimo feedback.

 

Quando l’ho provato, ho subito capito il perchè del suo successo: iniziamo col dire che esteticamente i Silkee sono molto belli e curati, il tessuto nero (Windpro Fleece) è morbidissimo, ed il tessuto Silkee, simile alla seta ma 100% vegan,  è molto piacevole sulla pelle. In particolare mi ha stupito il fatto che, pur essendo realizzati in tessuto sintetico (al contrario di quelli in velour di bambù), indossati lasciano respirare la pelle e non provocano alcuna irritazione, né fanno sudare. L’interno assorbente è comunque realizzato in fibra di bambù, materiale naturalmente antibatterico, antifungino, e naturalmente eco-friendly.
Tutti i Domino Pads hanno un’intercapedine tra il tessuto nero di supporto e lo strato assorbente, questo permette di far circolare meglio l’aria e quindi far respirare la pelle, inoltre fanno anche prima ad asciugarsi una volta lavati.

 

Indossati sono molto confortevoli: si adattano perfettamente agli slip e non fanno assolutamente “fagotto”, anzi, la morbidezza è davvero gradevole: abituata alla coppetta mestruale, temevo che testare un assorbente sarebbe stato scomodo e spiacevole, invece mi sono resa conto che i Domino Pads non hanno nulla della “plasticosità” degli assorbenti tradizionali, pur essendo sintetici. Il mio Silkee ha assolto perfettamente al suo compito, e non ho avuto alcun problema di macchie, nonostante il tessuto windpro sia traspirante.

Per lavarlo, è bastato sciacquarlo in acqua fredda e poi metterlo normalmente in lavatrice: è venuto perfetto e senza nessun alone, cosa della quale comunque non mi preoccupavo, visto il (bellissimo) colore “tattico” di questo particolare assorbente (esistono comunque molte altre nuance).

 

In conclusione, non lascerei la mia amata coppetta mestruale per gli assorbenti lavabili, nemmeno per i Domino Pads, però per chi non volesse o non potesse usare la coppetta, credo che siano un’ottima alternativa.

 

Naturalmente, esistono moltissimi tipi e marche di assorbenti lavabili, e magari prossimamente ci scriverò un articolo!