Recensione: Domino Pads Silkee

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Sono una delle fortunate che ha avuto tra le mani  per il testing un bellissimo Silkee, la nuova linea degli Domino Pads.

Purtroppo, causa i classici ritardi delle poste italiane, ho potuto riceverlo e successivamente testarlo solo quando ormai il test si era favorevolmente concluso ed il prodotto era già entrato in commercio, visto il positivissimo feedback.

 

Quando l’ho provato, ho subito capito il perchè del suo successo: iniziamo col dire che esteticamente i sono molto belli e curati, il tessuto nero (Windpro Fleece) è morbidissimo, ed il tessuto , simile alla seta ma 100% vegan,  è molto piacevole sulla pelle. In particolare mi ha stupito il fatto che, pur essendo realizzati in tessuto sintetico (al contrario di quelli in velour di bambù), indossati lasciano respirare la pelle e non provocano alcuna irritazione, né fanno sudare. L’interno assorbente è comunque realizzato in fibra di bambù, materiale naturalmente antibatterico, antifungino, e naturalmente -friendly.
Tutti i hanno un’intercapedine tra il tessuto nero di supporto e lo strato assorbente, questo permette di far circolare meglio l’aria e quindi far respirare la pelle, inoltre fanno anche prima ad asciugarsi una volta lavati.

 

Indossati sono molto confortevoli: si adattano perfettamente agli slip e non fanno assolutamente “fagotto”, anzi, la morbidezza è davvero gradevole: abituata alla coppetta mestruale, temevo che testare un assorbente sarebbe stato scomodo e spiacevole, invece mi sono resa conto che i non hanno nulla della “plasticosità” degli assorbenti tradizionali, pur essendo sintetici. Il mio ha assolto perfettamente al suo compito, e non ho avuto alcun problema di macchie, nonostante il tessuto windpro sia traspirante.

Per lavarlo, è bastato sciacquarlo in acqua fredda e poi metterlo normalmente in lavatrice: è venuto perfetto e senza nessun alone, cosa della quale comunque non mi preoccupavo, visto il (bellissimo) colore “tattico” di questo particolare assorbente (esistono comunque molte altre nuance).

 

In conclusione, non lascerei la mia amata coppetta mestruale per gli , nemmeno per i , però per chi non volesse o non potesse usare la coppetta, credo che siano un’ottima alternativa.

 

Naturalmente, esistono moltissimi tipi e marche di , e magari prossimamente ci scriverò un articolo!

 

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

  • LiberSami

    Nemmeno io lascerei mai la mia coppetta mooncup…e credo che non la lascerei per niente al mondo… 🙂 E’ spettacolare!!Però sono davvero curiosa di provare questi assorbenti…grazie per la recensione!

  • Lara Babitcheff

    Sono felice che tu l’abbia trovata utile, non è una marca molto conosciuta in Italia ^^