Un’estate libera #noshavesummer

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 4 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

L’ho fatto. Sono uscita di casa per un giro in bicicletta e non mi sono depilata le gambe nonostante indossassi dei leggings sotto al ginocchio.

L’ultima volta era stato quando non avevo ancora 14 anni, l’estate prima che iniziassi le superiori: ero ancora molto bambina per la mia età, e non mi avevano ancora inculcato il concetto della pelle liscia a tutti i costi, ma avendo raggiungo la pubertà da un pezzo avevo già un bel manto folto del tutto simile a quello dei miei coetanei maschi. Entro poco tempo sarebbero arrivate le risatine, le occhiate disgustate e gli sbalorditi “Ma non ti depili?” che mi avrebbero portato a farlo controvoglia o a portare i pantaloni lunghi per tutta l’estate.

Intendiamoci, questo post non vuole criticare chi si depila, quanto capire il perchè molte di noi si depilano. La verità è che a me non danno alcun fastidio i peli nelle gambe, però ad esempio non mi piacciono quelli sotto le ascelle, che mi rado regolarmente da quando avevo 12 anni e dovevo farlo di nascosto da mia madre perchè “ero troppo piccola”. Le gambe invece mi stanno bene così: è vero, trovo che siano più carine senza peli, ma del resto il mio armadio è pieno di magliette che mi stanno meglio di altre, ma mica metto solo quelle, e soprattutto mica mi vergogno ad uscire con una maglia così così e certamente nessun per strada si schifa se ho addosso una t-shirt di un colore che non mi dona. 

Eppure, stamattina, nonostante ad esempio io giri tranquillamente con addosso una maglietta con la scritta “Keep calm, I’m only menstruating”  o con un ciondolo di VulvaLoveLovely al collo, non ho provato affatto la sensazione di libertà di quand’ero ragazzina, mi sembrava anzi di avere tutti gli occhi puntati addosso con aria di disapprovazione: non era così, ve lo posso garantire, è probabile che nessuno anzi abbia fatto caso ai miei peli, eppure era come se sentissi di avere qualcosa di sbagliato.

Persino scrivere questo post mi è risultato difficile, sono circa tre ore che mi fermo e riparto… quanto può essere forte un condizionamento? Cosa ci viene inculcato in testa per farci vergognare? Cosa scatta nella testa per far pensare ad una donna di 31 anni “Ce l’ho fatta, ora devo scriverci un post!” come se avesse fatto chissà cosa?

So che un uomo o una donna potrebbero trovare brutte le mie gambe non depilate, ma se trovassero brutto un mio abito dovrei correre a casa a cambiarmi? Se trovassero brutto il mio viso dovrei girare con un sacchetto in testa?  C’è già uno stigma verso chi non segue la moda o non rispetta certi canoni estetici, ma non mi pare che il rifiuto sia arrivato ai livelli “estremi” come nei confronti dei peli.

Voglio godermi un’estate libera. Voglio potermi fare carina col mio vestitino giallo, il rossetto nuovo e le gambe lisce. Voglio poter stare comoda e senza pensieri con la mia maglietta di Order of the Stick, i bermuda a rigoni e le gambe pelose. E voglio potermi fare carina col vestitino giallo e qualche pelo sulle gambe.

IMG2578

 

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 34 anni, vegan da otto, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una consulente Rosso Limone.

  • Daniela

    io il contrario, a volte esco con l’ascella depilata due giorni prima…con un accenno di peli, perché depilarmo tutti i giorni mi irriterebbe troppo la pelle, poi d’estate :/ e invece sulle gambe ho dei peli veramente scuri ed evidenti, e sembo proprio una scimmietta 😀 se devo scoprire le gambe una passatina di rasoio la dò..

    • Grazie per la tua testimonianza 😀

      • Luna

        La questione dei peli, ci ho pensato spesso, è che le ragazzine dovrebbero riflettere prima di effettuare la prima rasatura- depilazione. Io ho depilato solo il gambaletto e l’ho fatto col peggiore strumento: il rasoio. Risultato, i peli si sono scuriti, induriti, rafforzati ed ora sono lunghi e antiestetici ma spesso mi domando:”E se non li avessi mai tagliati, come sarebbero? Forse sarebbero accettabili come lo sono quelli delle cosce che non mi danno alcun fastidio, infatti sono una peluria morbida, sottile e bionda, mentre quelli delle ganbe sono l’opposto….

        • Chiara

          Personalmente me ne sono sempre fregata dei condizionamenti: sono davvero stanca di notare quanta presa abbiano sulle persone, al punto non solo di far fare loro cose noiose e a tratti dolorose, ma anche di fargli giudicare chi fa diversamente.
          Non mi sono mai depilata (se non per curiosità, ma dopo pochissimo ho lasciato perdere, che rottura!) finchè non ho scoperto che su di me funzionano solo i deodoranti in crema, e anche allora l’ho fatto (e lo faccio) quando proprio non potevo più spalmare il deodorante in questione.
          Mi tengo i chili “di troppo” senza alcun problema, leggo libri “leggeri” anche se per una di 34 anni, secondo molti, lo sono troppo e dovrei leggere cose più “impegnate”, metto vestiti anche piuttosto aderenti anche se “troppo giovanili” o “inadatti a una della mia taglia”. A me piacciono, e questo è l’importante, però certi stereotipi sono duri a morire e questo non è bello per niente 🙁

  • Valeria

    Lara tu sei veramente tanto, TANTO carina 🙂
    Anche io ultimamente sto riflettendo molto sulla questione dei peli… e, come hai scritto giustamente tu, più di una volta ho pensato: e se avessi un taglio di capelli che piace solo a me (cosa che mi capita spesso, tra l’altro) cosa dovrei fare, correre dal parrucchiere????

    Il mio personale tabù sono i peli delle ascelle, non quelli delle gambe: le ascelle un po’ pelosette mi piacciono anche di più di quelle rasate, eppure mi vergogno tremendamente ad andare in giro smanicata con i peli… chissà se questa estate riuscirò un po’ a farlo oppure no.
    Comunque, il fatto che tu abbia scritto un post è importante: finchè non mi sono messa a cercare su internet, ero stra convinta di essere l’unica al mondo o quasi ad apprezzare esteticamente i peli femminili. E invece… è sempre bello scoprire di non essere sole, di qualunque cosa si stia parlando 🙂

  • silvia

    quella dei peli da togliere a tutti i costi diventa una malattia! io non riesco neanche ad andare in giro per casa con le gambe di fuori se c’è la ricrescita… proprio per ridurre il più possibile il problema ho dovuto imparare a fare la ceretta da sola anche nelle aree delicate… povere noi a cosa ci sottoponiamo! a me in una donna da meno fastidio un po’ di ricrescita sulle ascelle , rispetto alle gambe. comunque se quella in foto è la tua gamba pelosa, direi che sei libera di andarci in giro non la notere
    bbe nessuno XD

    • Ahahahah 😀 Ti garantisco che si nota eccome, è solo la foto che mi è venuta un po’ sfocata 🙂

  • Francesca

    Dico solo che sto traslocando, ho cartoni di roba da sistemare a destra e a sinistra, e non ho ovviamente il tempo di cerettarmi. Perciò pantaloni e gambe rigorosamente coperte anche con i quasi 40 gradi della scorsa settimana. Odio i peli ma vorrei potermi sentire libera di scoprire le gambe anche se non perfettamente liscie, fregandomi di chi mi guarderebbe storto, però proprio non ci riesco. 🙁

    • Io dopo quel giorno non ci sono più riuscita, ma devo riprovare! 😀