Vivicot Bio: recensione

Attenzione! Questo articolo è stato pubblicato più di 6 anni fa: nel frattempo sono nate moltissime nuove coppette e sono state scoperte tante nuove informazioni, perciò questo contenuto potrebbe essere obsoleto!

Come  già saprete se mi avete seguita negli ultimi tempi, ho deciso di dare spazio anche agli usa e getta biodegradabili, perchè sono comunque ecologici, ed hanno il grande vantaggio che possono piacere anche alle più irriducibili che non proverebbero mai la coppetta mestruale o gli lavabili, senza contare che possono essere utili anche in casi eccezionali per chi già usa strumenti alternativi (ad esempio in caso di viaggi, cure particolari ecc.).

Mi sono informata per cercare biologici ed il più possibile biodegradabili, e mi sono rivolta ad alcune aziende per chiedere qualche campioncino: la prima a rispondere è stata la Vivicot, che come già sapete è stata più che generosa a rifornirmi della sua linea Bio, che non solo è biodegradabile al 100% ma addirittura compostabile, questo significa che si può gettare nell’umido o nella compostiera. Le confezioni sono in cartoncino riciclato, perciò dal punto di vista ecologico non posso che promuoverli!

Premetto che non avevo nessuna esperienza di di cotone, tranne un campioncino di quelli rivestiti di garza da farmacia, molti anni fa, che decisamente non era stata positiva in confronto ai vari Lines, Nuvenia e così via, perciò sono rimasta piacevolmente sorpresa dallo scoprire che i sono sostanzialmente identici agli tradizionali, sia come aspetto che come spessore.

Come vedete dalle foto, sia gli che i salvaslip sono sottili ed hanno un’ottima aderenza: ho fatto anche la prova-slip accartocciandoli e sono rimasti a posto, a prova di ruota, paracadutismo e tutte le altre attività da pubblicità 😀 Il salvaslip a prima vista sembra un po’ rigido, rispetto a quelli di tipo “velo”, invece addosso è molto confortevole, quindi non lasciatevi ingannare dalle apparenze!

Indossati, poi, sono fantastici: sembra di non avere niente, la sensazione sulla pelle è quella del cotone, hanno una buona tenuta e dopo quattro giorni di ciclo non avevo nessuna irritazione. L’unica differenza che ho riscontrato rispetto alle marche “tradizionali” è che il flusso rimane più visibile, invece che “sparire” negli strati sottostanti, ma mi sembra davvero un aspetto trascurabile! La tenuta mi è sembrata buona, ma ho avuto la sensazione che con un flusso più abbondante mi sarei dovuta cambiare più spesso (io l’ho fatto ogni 4 ore e l’assorbente comunque non era saturo), cosa che comunque capita anche con quelli tradizionali.

Insomma, i per me sono promossi al 100%, non ci sono più scuse per continuare ad usare gli plasticosi! Se volete provare anche voi un campioncino, potete richiederlo sulla loro pagina Facebook.

About Lara Alexandra Babitcheff

Sono una donna di 35 anni, vegan da nove, appassionata di Internet, nuove tecnologie ed ecologia. Amo leggere e viaggiare, soprattutto volare nella mia amata Londra. Dal 2003 sono mamma di Cassandra e dal 2015 sono una referente Rosso Limone.

  • Marzia

    Allie, complimenti per il post! Mi hai incuriosita e vorrei provarli anche io… adesso chiedo 🙂

    • Grazie Marzia! Sulla loro pagina FB si possono richiedere 🙂

  • Annagiulia

    Confermo tutto 🙂 li ho usati e credo siano fantastici.
    Spero tanto che il tuo desiderio del post precedente si avveri 😉
    un bacione!!

  • Roberta

    Incredibile, sono le stesse identiche cose che ho pensato anche io e che ho detto alle mie amiche!! 😀

  • Io li ho comprati alla coop e sono di qualità superiore rispetto agli assorbenti ipoallergenici che vendono n farmacia! Davvero ottima qualità.

  • Alessia

    Io li uso da un annetto ormai e mi ci trovo benissimo, li consiglio caldamente a tutte coloro che hanno la pelle molto irritabile (like me!). Sono morbidi, sottili, e tutto biodegradabile 🙂 La differenza con quelli della lines/nuvenia/saugella è abissale, con quelli sembra davvero di avere un pezzo di plastica tra le gambe, infatti appena torno a usare gli assorbenti normali (perchè me li prestano o perchè non trovo quelli della vivicot nelle piccole coop di periferia) sono irritazioni a non finire -.-
    L’unica cosa appunto che mi secca è che abitando un pò fuorimano la coop più vicina è una InCoop, quindi molto piccola e della vivicot ci sono solo gli assorbenti interni che non uso, quindi devo fare rifornimento ogni volta che riesco ad andare in una Coop in città 😛